Area Legale

Trasparenza Tariffaria

 

Condizioni generali

Le Condizioni Generali si applicano al rapporto contrattuale tra PLINK e il Cliente. Esse disciplinano la fornitura dei servizi da parte di PLINK, a fronte del corrispettivo pattuito. Questo, secondo quanto pattuito nell’Offerta Commerciale.

Scarica il pdf completo delle Condizioni Generali di Contratto

Area Legale
Accettazione e conclusione del contratto

Il Cliente dichiara di aver ricevuto, prima della conclusione del presente Contratto, tutte le informazioni utili al fine della conclusione in maniera libera e consapevole dello stesso.

Il Cliente è responsabile della completezza e veridicità delle informazioni fornite a PLINK anche ai sensi e per gli effetti di cui al D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni. 

PLINK si riserva il diritto di non concludere il Contratto e di non procedere all’attivazione dei Servizi nel caso in cui: (i) non riceva copia debitamente firmata delle Condizioni Generali di Contratto; (ii) iI Cliente sia sottoposto a procedure concorsuali e/o esecutive e/o iscritto al registro dei protesti; (iii) il Cliente sia stato inadempiente nei confronti di PLINK e non abbia ancora sanato tali inadempienze; (iv) non fornisca a PLINK le garanzie (ove previste); (v) a seguito della richiesta di Servizi effettuata dal Cliente, gli stessi possano risultare non attivabili alle condizioni pattuite per effetto di limitazioni tecniche non imputabili a PLINK. In questo caso PLINK ne darà tempestiva comunicazione scritta al Cliente via e-mail e il Contratto si intenderà automaticamente risolto senza alcun onere e responsabilità a carico di PLINK.

Utilizzo dei Servizi e degli apparati

Il Cliente utilizzerà i Servizi e gli Apparati in conformità alle leggi, ai regolamenti vigenti ed a quanto previsto nelle Condizioni Generali di Contratto, nonché nel rispetto dei diritti dei terzi. Gli Apparati consegnati in noleggio rimangono di proprietà di PLINK o dei suoi fornitori. PLINK si riserva il diritto di modificare o sostituire, a propria cura e spese, gli Apparati o parte di essi, allo scopo di migliorare i Servizi oppure quando le condizioni lo richiedano.
 Nel caso in cui il Cliente intenda utilizzare apparati di sua proprietà o comunque non forniti da PLINK, lo stesso si impegna a collegare per l’utilizzo dei Servizi esclusivamente apparati tecnicamente compatibili ed approvati ed omologati ai sensi della vigente legislazione e regolamentazione applicabile ai Servizi. Resta inteso che eventuali disservizi riconducibili al malfunzionamento degli apparati del Cliente sono ad esclusivo carico del Cliente che si impegna a manlevare integralmente PLINK.

Segnalazioni, supporto tecnico reclami e rimborsi

Il supporto tecnico telefonico è raggiungibile tra le 8:30 e le 19:00, dal lunedì al venerdì ad eccezione delle festività ufficiali. Eventuali estensioni del servizio sono disponibili a richiesta e fanno parte di offerte specifiche in merito.
Per segnalare un disservizio o malfunzionamento si può telefonare lo 031-778912 o inviare una e-mail all’indirizzo supporto@plink.it.
I reclami, i rimborsi e gli indennizzi sono disciplinati dalla Carta dei Servizi.
Le comunicazioni in merito a disservizi gravi e continuativi dovrà pervenire via PEC all’indirizzo legale@pec.plink.it. Eventuali reclami dovranno essere inoltrati dal Cliente a PLINK per iscritto. PLINK si impegna a comunicare al Cliente l’esito della valutazione del reclamo entro 45 (quarantacinque) giorni dal momento in cui il reclamo è pervenuto.

Archivio condizioni generali

Attivazione dei servizi

Salvo diverso accordo tra le Parti, PLINK attiverà i Servizi richiesti entro il termine di 120 giorni dalla data della sottoscrizione da parte del Cliente di tutti i documenti necessari per la conclusione del contratto.
L’attivazione dei Servizi presuppone l’esito positivo della verifica della fattibilità tecnica, organizzativa e amministrativa dell’erogazione, oltre l’ottenimento, ove necessario, di permessi da parte di Enti Pubblici e/o privati per l’esecuzione di opere su suolo pubblico e/o privato. PLINK comunica al Cliente in forma scritta eventuali circostanze ostative e/o indisponibilità anche temporanea delle risorse a ciò necessarie e PLINK comunica altresì la mancanza delle necessarie autorizzazioni da parte di Enti Pubblici o privati, provvedendo tempestivamente a tale informativa e, comunque, entro il medesimo termine previsto per l’attivazione dei Servizi.

Durata del Contratto e recesso

Salvo se diversamente indicato nell’Offerta Commerciale, a decorrere dalla Data di Attivazione il Servizio è fornito per una durata massima di 24 (ventiquattro) mesi, rinnovabile tacitamente di anno in anno salva disdetta da comunicare per iscritto e con preavviso di almeno 30 (trenta) giorni.
Ciascuna Parte potrà recedere in qualsiasi momento dal Contratto dandone comunicazione per iscritto e con preavviso di almeno 30 (trenta) giorni, fatte salve le prestazioni eseguite ed i crediti maturati in data anteriore al recesso. Il Cliente dovrà inviare tale comunicazione via PEC all’indirizzo legale@pec.plink.it. La disattivazione di alcune tipologie di Servizi potrà essere soggetta ad un ulteriore costo di disattivazione secondo quanto dettagliatamente indicato da PLINK ai sensi della Delibera 487/18/CONS.
Con il ricevimento della comunicazione di recesso inviata nei termini e secondo le modalità sopra descritte, le Parti sono sciolte dalle rispettive obbligazioni derivanti dal Contratto, fatte salve quelle derivanti dall’esecuzione, anche parziale, di quest’ultimo, ivi compreso l’obbligo di restituzione, entro 10 giorni, di eventuali beni e/o Apparati consegnati al Cliente per la fruizione dei Servizi secondo quanto previsto dall’articolo 5.2 delle presenti Condizioni Generali di Contratto.
Fermo restando quanto sopra previsto, qualora il Contratto sia stato stipulato fuori dai locali commerciali in presenza di un funzionario di vendita PLINK o nel caso in cui il Contratto sia stato stipulato a distanza, il Cliente potrà altresì recedere entro 14 (quattordici) giorni dal momento della trasmissione dell’Offerta Commerciale o del MAC. Il Cliente può manifestare la volontà di recedere via PEC all’indirizzo legale@pec.plink.it. È possibile anticipare la comunicazione via fax, a patto che sia seguita da quella inviata via PEC nei termini previsti.

Proprietà intellettuale

Tutti i diritti di proprietà intellettuale utilizzati o inclusi nei Servizi, nel software e in ogni altro materiale fornito al cliente da PLINK in relazione al Servizio fornito, sono e rimangono di proprietà esclusiva di PLINK o dei suoi fornitori. Nessuna proprietà e nessun diritto di proprietà intellettuale collegato al Servizio né alcuna modifica od estensione dello stesso passerà al Cliente.
Professional Link Srl dà valore alla collaborazione instaurata con i suoi clienti; compila questo modulo e mandalo a comunicazioni@plink.it per vedere il logo della tua azienda diffuso sui nostri canali.

Carta dei servizi di Professional Link

In conformità ai principi ed alle disposizioni fissate dalle Delibere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCom), PLINK ha adottato la Carta dei servizi che descrive le specifiche tecniche e i livelli qualitativi dei Servizi e i diritti, gli obblighi ed i principi che informano i rapporti tra PLINK ed il Cliente in merito alla fornitura dei Servizi
La Carta dei servizi di Professional Link affianca le Condizioni generali di Contratto alle quali si fa specifico rinvio per ogni ulteriore informazione e approfondimento.

Scarica La Carta dei servizi aggiornata al 2023

Piani tariffari base

Le informazioni sui Piani Tariffari delle Offerte Base sottoscrivibili sono liberamente consultabili in questa sezione del sito.
Per le Condizioni generali standard di Contratto e le ulteriori informazioni di cui all’allegato 5 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, consulta la pagina Condizioni Generali

Archivio offerte non più sottoscrivibili

Nuove regole per la portabilità del numero mobile e per sostituzione SIM

In virtù della delibera 86/21/CIR, Agcom modifica il processo di portabilità del numero e di sostituzione SIM per la tutela dei clienti dallo swapping, cioè da quella pratica illecita legata allo scambio di una scheda SIM grazie a cui un malintenzionato accede al numero di telefono della vittima e quindi a beni e informazioni sensibili.
Tutti gli operatori di telefonia mobile dovranno obbligatoriamente adottare tutte le modifiche introdotte con la delibera dell’Agcom.
PLINK intende informare i propri clienti delle novità volte a dare maggior tutela agli utenti.

Le nuove misure prevedono che:

  • la richiesta di portabilità del numero mobile verso un nuovo operatore potrà essere effettuata solo dal titolare del numero oggetto di portabilità. Tale informazione, può essere verificata in qualsiasi momento con il proprio operatore.
    Rimane comunque valido l’obbligo di identificare il cliente che richiede la portabilità del numero mobile, acquisendo la copia di un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • la SIM oggetto della portabilità dovrà essere attiva e funzionante, non sarà, quindi, possibile procedere con la richiesta di MNP in caso di SIM guasta, smarrita o rubata. In questi casi, prima di effettuare la richiesta, il cliente dovrà richiedere una nuova SIM funzionante al proprio operatore. In caso di SIM smarrita o rubata, sarà anche necessario produrre l’apposita denuncia presentata presso le Autorità competenti;
  • l’introduzione di una specifica procedura di pre-validazione necessaria per procedere con la richiesta di portabilità: il nuovo processo di MNP, oltre all’obbligo di identificazione del cliente che richiede la portabilità, prevede la verifica della corrispondenza del codice fiscale del titolare della SIM presso il precedente operatore;
  • A fronte di una richiesta di portabilità, pertanto, dovranno essere necessariamente acquisite:
  1. la copia del documento di riconoscimento;
  2. la copia del codice fiscale oppure della tessera sanitaria;
  3. la copia della SIM dell’attuale operatore.
  • il cliente verrà informato durante tutte le fasi del processo di portabilità del numero, fino alla comunicazione di espletamento della MNP;
  • L’operatore verso cui si sta portando il proprio numero telefonico è obbligato ad inviare un SMS al numero oggetto di portabilità o a effettuare una chiamata registrata per verificare che la SIM sia attiva e che i dati inseriti siano corretti e assicurarsi che il cliente intenda effettivamente proseguire con la richiesta.

Analoghe modalità di verifica saranno adottate anche in caso di richieste di sostituzione della SIM e di cambio titolarità (subentro):

  • Possono avvenire solo a seguito di esplicita richiesta del titolare della SIM
  • Bisogna essere in possesso di una SIM funzionante: in caso di SIM guasta occorre richiederne una sostitutiva al precedente operatore, in caso di furto o smarrimento denunciarlo alle autorità

L’operatore ha l’obbligo di:

  • Identificare chi effettua le richieste;
  • Effettuare una validazione tramite SMS o chiamata registrata per appurare la volontà di chi utilizza l’utenza e verificare che la SIM sia attiva e funzionante
  • Interrompere il processo quando il cliente risponde negativamente al messaggio ricevuto tramite SMS, customer care o sito web

PLINK resta sempre a disposizione in caso di dubbi o chiarimenti.